SOSTIENICI

CCP n. 37475597
intestato a
Per non dimenticare
Claudio Varalli e Giannino Zibecchi
IBAN
IT03E0760101600
000037475597

LOGIN

Registrati

La nostra pagina su Facebook

CERCA

dal nostro archivio

  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
L'ambrogino d'oro a Gaetano Liguori PDF Stampa E-mail
BLOG - NEWS
Sabato 23 Novembre 2013 14:02
Gaetano LiguoriNon farò il finto modesto e dirò che sono felice che mi abbiano assegnato l'Ambrogino D'Oro 2013, non solo per me ma per tutti gli amici e compagni che da più di 40 anni si impegnano per far si che Giustizia Sociale, Democrazia,  Fratellanza, Pace, Libertà, non siano parole senza significato.
Lo dedico in particolare a Roberto Franceschi, Claudio Varalli e Giannino Zibecchi che purtroppo non ci sono più.
Hasta la Victoria Siempre
Gaetano.

... e noi siamo fieri
del  riconoscimento a Gaetano Liguori, perché lo sentiamo anche un po' nostro e lo ringraziamo della  dedica. Ricordare Roberto, Claudio e Giannino li  allontana dall'oblio. ambrogino d'oroRicordarli nei fatti non nelle parole, con la propria musica, come fa Gaetano e con la propria partecipazione a tutto ciò che serve per ribadire le parole di Giovanni Pesce: "Noi combattiamo perché ogni uomo abbia la sua dignità e la dignità di un uomo non sia dissimile da quella di una altro. Noi combattiamo contro la prepotenza, la prevaricazione, la  sopraffazione.... Noi combattiamo perché la strage degli innocenti finisca."

Commenti

Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento