CERCA

dal nostro archivio

  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
In ricordo di Enzo Jannacci PDF Stampa E-mail
BLOG - NEWS
Sabato 30 Marzo 2013 12:58
Da ieri sera abbiamo addosso una malinconia di cui non riisciamo a liberarci. Si sapeva che Jannacci era malato e mancava poco, ma è una stretta al cuore che  fa male. È il segno di questi nostri tempi. Le belle persone, quelli che ti fanno capire delle cose facendoti ridere o piangere se ne vanno a uno a uno e ci lasciano soli in questo deserto morale. Diventa sempre più difficile tirare avanti in questo quadro. 
Scusate, ma è così.
Dim lights